Idealismo tedesco e Fenomenologia


    Nonostante filosofia classica tedesca e fenomenologia rappresentino ancora i due movimenti della filosofia continentale più influenti nel dibattito filosofico contemporaneo continuano a essere considerate due aree distinte e separate della storia del pensiero. Eppure i due indirizzi condividono una particolare attenzione per il metodo della filosofia, si interrogano entrambi sul rapporto fra realtà e idea ed esplorano la relazione che il mondo intrattiene con la sfera della coscienza e del conoscere soggettivo. Convinzione del gruppo è che uno studio congiunto, critico e interdisciplinare della filosofia classica tedesca e della fenomenologia contemporanea possa essere proficuo per una maggiore comprensione di alcuni dei nodi cruciali della filosofia, come ad esempio la differenza tra pensiero e intuizione, o quella tra metodo sintetico e metodo analitico. Del gruppo fanno parte appassionati hegeliani, kantiani, husserliani, adorniani, che hanno esteso nel tempo il raggio degli interessi fino al punto di ritrovarsi a condividere lo stesso rigore per temi quali la logica, la metafisica, l’ontologia e la fenomenologia post-kantiane.